Sensazione di gonfiore al retto e dolore dopo l’evacuazione, questi i principali sintomi delle Emorroidi A cura della dott.ssa E. Giubileo Farmacista e Specialista in Scienze dell’Alimentazione


Cosa sono le emorroidi?
Le emorroidi sono un insieme di vasi sanguigni localizzati nell’ultimo tratto dell’intestino, il canale anale.
Quando si infiammano danno luogo alla “patologia emorroidaria”, caratterizzata da: dolore, bruciore, prurito anale, sanguinamento, secrezione di muco, prolasso.

Perché si infiammano e a chi succede?
La patologia emorroidaria coinvolge circa il 60 % della popolazione in età adulta, porta disagio alla vita quotidiana e nei casi più gravi degenera in prolassi ed anemia (da emorragie).

Le più colpite sono le donne.
Le cause sono molte: la stitichezza cronica, l’assunzione prolungata di lassativi, la vita sedentaria, un’alimentazione scarsa di fibre, un consumo eccessivo di alcool e fumo; nonché situazioni fisiologiche come, ad esempio, la gravidanza.

Come si curano?
E’ necessario ridurre l’infiammazione locale attraverso la somministrazione per bocca di farmaci ed integratori che contengano sostanze in grado di diminuirla e di attenuarne il dolore.
Contemporaneamente è consigliato il trattamento locale con lavaggi a base di detergenti emollienti disinfettanti e l’applicazione di creme antiinfiammatorie e anestetiche.
Lo specialista può ritenere utile, in alcuni casi, l’intervento chirurgico.

Esistono evidenze scientifiche sull’efficacia di integratori naturali contenenti piante medicinali?
Sì. Il documento del ministero che descrive l’attività delle piante medicinali riconosce a RUSCO e AMAMELIDE la seguente proprietà: “Funzionalità della circolazione venosa, del PLESSO EMORROIDARIO”.
Utili, quindi, gli integratori che contengono Rusco e Amamelide e in associazione piante che ne potenzino l’azione, come la CENTELLA. Tra gli integratori presenti sul mercato, Rusco Giubileo Composto 1401 contiene queste tre piante.

Per la patologia emorroidaria è importante affrontare la fase acuta rispettando la posologia indicata dal produttore dell’integratore e non dimenticare di fare trattamenti periodici (10 giorni al mese) a scopo preventivo, per evitare il ritorno del problema.

Per saperne di più sul prodotto e sull’azione delle piante medicinali, visita il sito www.giubileobotanicals.com

Commenti?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *