Capelli in salute: come combattere l’eccessiva caduta e avere capelli più sani e forti A cura della dott.ssa E. Giubileo Farmacista e Specialista in Scienze dell’Alimentazione


La paura di restare calvi risale a tempi lontani…Secondo la mitologia, “Sansone perse la forza quando gli fu tagliata la chioma”.
La caduta dei capelli rappresenta un disturbo piuttosto diffuso, riguarda sia gli uomini che le donne e si accentua in primavera ed autunno. Anche l’azione del caldo umido estivo è dannosa poiché non consente la buona irrorazione sanguigna del bulbo.
La perdita di qualche capello al giorno è “normale”, diventa però patologica se dura più di tre mesi e supera i 50-100 capelli al giorno. Le vere e proprie alopecie e calvizie che ne conseguono, possono, negli individui più fragili, accompagnarsi ad ansia e depressione.

Le cause della perdita eccessiva dei capelli possono essere diverse: fattori ereditari, stress, alimentazione scorretta, infiammazione locale (dermatite seborroica, cambiamento ormonale nella donna (calo di estrogeni) e, per quanto riguarda l’uomo, responsabile è l’azione incontrollata di un enzima, la “5-alfa-reduttasi” che può fermare la produzione del capello a livello del bulbo pilifero.
La caduta continua viene detta “effluvium” e colpisce prevalentemente la zona delle tempie e la fronte. Il ciclo di vita dei capelli è costituito da due fasi di attività e una di riposo: “Anagen” è la fase di crescita (circa un centimetro al mese), “Catagen” la fase di crescita più lenta, “Telogen” la fase di riposo. (due, tre mesi con successiva caduta).

I trattamenti consigliati per combattere la caduta dei capelli e renderli più sani e forti, sono costituiti dall’assunzione di integratori alimentari, abbinata all’utilizzo di shampoo e di fiale ad azione locale che agiscono in modo sinergico a rafforzare il bulbo pilifero proteggendolo dall’azione dannosa dei radicali liberi. Per quanto riguarda i prodotti ad uso locale è bene alternare shampoo ultradelicati a quelli più specifici. Gli integratori alimentari sono utili per migliorare la salute dei capelli ,vanno assunti quotidianamente per un periodo di circa tre mesi. Sono a base di vitamine, minerali, aminoacidi oppure a base di estratti da piante medicinali con azione antiossidante e ricchi in vitamine e minerali naturali.

Quali sono le piante medicinali presenti negli integratori contro la caduta eccessiva dei capelli?
Il Miglio, del quale si utilizza il frutto, contiene aminoacidi solforati (cistina e cisteina), fondamentali per la formazione della cheratina responsabile della struttura di unghie e capelli. E’ utile per renderli meno fragili, più lucenti e frenare la caduta..
L’equiseto, pianta che cresce spontaneamente negli ambienti freschi e umidi, è invece importante perché ricco di minerali, come il silicio, che è naturalmente contenuto in unghie e capelli (annessi cutanei) e serve a renderli più forti.

Quali composti in commercio contengono queste piante medicinali?
Gli integratori presenti sul mercato sono molti. Non è semplice capire la qualità del prodotto rapportata al prezzo. Leggere l’etichetta significa controllare i principi attivi contenuti non in una capsula ma nella dose consigliata dal produttore.
Contro l’eccessiva caduta dei capelli , si può scegliere, ad esempio, il composto : “MIGLIO GIUBILEO” di Giubileo Botanicals che contiene sia miglio che equiseto, utili per la formazione di cheratina, componente strutturale dei nostri capelli e delle nostre unghie!
Nella linea “GIUBILEO BOTANICALS”, i composti offrono indicazioni chiare sul contenuto in capsule che copre il periodo di trattamento necessario per la cura consigliata.

Per saperne di più sul prodotto e sull’azione delle piante medicinali, visita il sito: www.giubileobotanicals.com

Commenti?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *